Pubblicazioni Tecniche complete.

 

Eurocodice 3 - acquistabile @lulù.com

 

Cemento Armato (NTC, EC2, EC8)

Parte I (scaricabile gratuitamente)

Parte II (scaricabile gratuitamente)

 

Cemento Armato (British Standards)

(scaricabile gratuitamente)

 

 

In programmazione: Formule di calcolo - Parte II (in condizioni di incendio).

Eurocodice 3 - Acciaio (edizione aggiornata al 14/05/2014)

Formato Libro 6 pollici x 9 pollici. (Maggio 2014)
PDF per PC, iPad, smartphone:

Acquistalo ora in formato PDF! (@lulù.com)

Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu.

Acquista copia in formato cartaceo - rilegatura termica, copertina morbida (dim. 13.97 cm x 21.59 cm) con stampa in B/N e copertina in quadricromia.

Support independent publishing: Buy this book on Lulu.

Scarica copia parziale di valutazione - Link (PDF)

ERRATA CORRIGE - febbraio 2017 - Download (PDF)

 

(Indice)

 

(Introduzione)

 

Cenni sul ruolo della EN 1990, Distinzione tra principi e regole applicative, Requisiti e situazioni di progetto, Resistenze di progetto, Combinazioni di carico.

 

Caratteristiche, peculiarità e materie prime, Resilienza, saldabilità, resistenza alla corrosione, Qualità e classificazioni principali, Caratteristiche meccaniche fondamentali, Fenomeni corrosivi e procedimenti di saldatura, Tipi di giunti saldati e problematiche nelle saldature.

 

Metalli, leghe, produzione siderurgica, Laminazione, estrusione, trafilatura, Fabbricazione delle leghe del ferro, Affinazione della ghisa e produzione acciaio, Produzione dei semilavorati.

 

Materiali e tolleranze acciai carpenteria, Bulloni, dadi e rondelle, Tolleranze delle bullonature, Filettatura e serraggio dei bulloni, Materiali e difetti delle saldature.

 

(Link) Rappresentazione saldature, Unificazione viti/bulloni, Indicazioni pratiche collegamenti bullonati, Rappresentazione bullonature, Caratteristiche dimensionali (EN ISO 4016).

 

Tipologie di unioni saldate, Domini di rottura saldature, Formule operative verifiche saldature, Verifiche a fatica giunti saldati, Verifiche “a fatica” secondo EN 1993-1-9.

 

Generalità sulle unioni bullonate, Verifiche principali sui bulloni, Verifiche lamiere a rifollamento, Verifiche lamiere a trazione, Unioni con perni: formule di verifica.

 

Generalità sui collegamenti bullonati, Duttilità e giunti a completo ripristino, Coprigiunti e giunti a squadrette, Giunto trave-colonna (modello T-stub), Giunto base-colonna (modello T-stub).

 

Classificazione delle sezioni, Trazione semplice (tiranti e controventi), Instabilità per compressione e flessione, Instabilità flessotorsionale, Formule di verifica instabilità e resistenza.

 

Osservazioni sulla deformabilità dell’acciaio, Stati limite di esercizio per deformazione, Stati limite di esercizio per vibrazione, Influenza del taglio sulla deformata, Formule pratiche di verifica.

 

(Link) Profilario (ArcelorMIttal): profilati europei.

 

(Link) Bibliografia.

Studio sulle British Standards - Formule per il Cemento Armato

Formato A4 (Aprile 2014)
PDF per PC, iPad:

Scarica o visiona comodamente qui l'argomento che ti interessa:

 

(Indice)

 

(Link) Parte I - introduttiva strutture, concetti di Scienza delle Costruzioni

 

(Link) Parte II - formule di calcolo cemento armato ordinario.

Cemento Armato - Manuale calcolo agli stati limite - Parte I

Formato A4. (Aprile 2014)
PDF per PC, iPad

Scarica o visiona comodamente qui l'argomento che ti interessa:

 

(Indice)

 

(Premessa)

 

(Ringraziamenti

 

(Link) Proprietà e cenni sui materiali (sintesi introduttiva)

 

(Link) I vari tipi di cemento (Principali caratteristiche dell’impasto e della macinazione dei cementi)

PARTE I - MATERIALI/NORMATIVE/STATI LIMITE TEORIA  (Aprile 2014)

(Link) Proprietà degli inerti (Classificazioni, Campionamento, Forma e tessitura, Adesione tra cemento e inerti, Resistenza degli inerti, Altre proprietà meccaniche degli inerti, Peso specifico degli inerti, Densità in mucchio, Porosità degli inerti e assorbimento di acqua, Contenuto di umidità libera negli inerti, Espansione della sabbia umida, Presenza di sostanze dannose negli inerti (Impurezze organiche, Argilla e altri materiali fini, Presenza di sali), Reazioni tra inerti ed alcali, Proprietà termiche degli inerti, Analisi granulometrica (Curve granulometriche, Modulo di finezza), Requisiti granulometrici.

 

(Link) La lavorabilità del calcestruzzo (Concetto di lavorabilità, Parametri che influenzano la lavorabilità), Prove di misurazione (Prova di «slump», Prova di compattazione, Prova di costipamento di Walz, «Flow test», «Remoulding test», Prova Vebe, Prova Kelly), Effetti sulla lavorabilità del conglomerato, La segregazione, Il «bleeding», Resistenza del calcestruzzo, (Premessa, Il rapporto acqua/cemento, Rapporto tra il volume della pasta di cemento idratata e la somma del volume del cemento idratato e dei pori capillari, Acqua effettiva d’impasto, Resistenza a trazione del conglomerato, Comportamento in compressione, Le microlesioni, Influenza degli inerti di grossa pezzatura, Influenza del tenore in cemento sulla resistenza), Schematizzazione matematica della resistenza e delle caratteristiche deformative del calcestruzzo (La resistenza in funzione del tempo, Correlazione tra resistenza a compressione e a trazione, Resistenza del calcestruzzo in funzione della temperatura, Resistenza a fatica, Resistenza all’urto, Deformabilità ed elasticità del calcestruzzo, Formule approssimate per la stima del modulo elastico del calcestruzzo.

 

(Link) Formule per la schematizzazione delle deformazioni differite nel conglomerato, Entità delle deformazioni viscose. Esempi di calcolo: modelli del CEB-FIP Model Codes 1978 (non invecchiante) e 1990 (invecchiante), EN 1992-1-1, NTC2008, D.M. 09.01.96.

 

(Link) Formule per la schematizzazione dell’andamento nel tempo del ritiro del conglomerato. Esempi di calcolo: modelli del CEB-FIP Model Codes 1978 (non invecchiante) e 1990 (invecchiante), EN 1992-1-1, NTC2008, D.M. 09.01.96.

 

(Link) Tensioni indotte dal ritiro su sezioni in calcestruzzo armato ordinario. Esempi di calcolo su trave e sezione impalcato da ponte (sez. mista).

 

(Link) Panoramica sulle armature finora impiegate nel calcestruzzo armato
ordinario e precompresso (Tipo di armatura adottata nel calcestruzzo ordinario), Gli acciai armonici da precompressione (Requisiti e caratteristiche meccaniche, Tipi di acciaio: Acciai a incrudimento naturale laminati a caldo, Acciai trafilati, patentati e temperati, Trecce di fili o trefoli, Acciai deformati a freddo e temperati). Bonifica, I fenomeni di rifluimento e rilassamento degli acciai armonici, Influenza della temperatura, Il fenomeno della corrosione: Corrosione normale, Misure protettive, Prove sugli acciai da precompressione.

 

(Link) NTC2008, EC2. Introduzione al metodo degli stati limite (Sicurezza delle strutture e prestazioni attese: principi fondamentali, Il metodo di calcolo a rottura, Principali critiche al metodo a rottura), Stati limite, azioni, sollecitazioni e resistenze (Stati limite per le strutture, Vita nominale, classi d’uso e periodo di riferimento, Azioni e sollecitazioni sulle strutture: definizione e classificazione, Classificazione delle azioni), Classificazione della resistenza dei calcestruzzi e classe d’impiego secondo le NTC2008 (Combinazioni delle azioni e coefficienti parziali di sicurezza, Resistenza delle strutture e obiettivi generali dell’analisi strutturale, Principio generale di misura della sicurezza strutturale), Metodi di misura della sicurezza delle strutture (Il metodo dei “valori estremi”, Il metodo “semiprobabilistico”), Valori caratteristici delle azioni e delle resistenze (Resistenze caratteristiche dei materiali resistenti delle strutture in c.a., Azioni caratteristiche agenti sulle strutture in c.a.), Verifiche agli stati limite e alle tensioni ammissibili secondo la Normativa Italiana (Verifiche agli stati limite ultimi, Verifiche agli stati limite di esercizio, Verifiche alle tensioni ammissibili), Verifiche con il metodo agli stati limite secondo la Normativa Italiana (Verifiche agli stati limite ultimi secondo la Normativa Italiana: azioni e loro combinazioni, Esempi di calcolo. Verifiche per situazioni transitorie con il metodo agli stati limite secondo la Normativa Italiana, Verifiche per situazioni eccezionali con il metodo agli stati limite secondo la Normativa Italiana.

 

(Link) Verifiche con il metodo agli stati limite secondo l’Eurocodice 2 (Requisiti fondamentali di una struttura, Concetto di durabilità di una struttura secondo l’EC2, Stati limite e situazioni di progetto: definizioni e classificazioni, Azioni: definizioni e principali classificazioni, Valori caratteristici delle azioni, Valori rappresentativi delle azioni variabili, Valori di calcolo delle azioni, Valori di calcolo degli effetti delle azioni, Proprietà dei materiali: valori caratteristici e di calcolo, Dati geometrici, Disposizioni di carico e casi di carico, Requisiti di progetto). Verifiche agli stati limite ultimi secondo l’Eurocodice 2: azioni e combinazioni (Condizioni di verifica, Combinazioni di azioni, Valori di calcolo delle azioni permanenti, Fattori di sicurezza parziali agli stati limite ultimi per azioni su strutture di edifici. Esempi di calcolo. Verifiche agli stati limite di esercizio secondo l’Eurocodice 2: azioni e combinazioni, Metodi di analisi e semplificazioni per il calcolo agli stati limite secondo l’EC2 (Considerazioni di base, Tipi di analisi strutturale agli stati limite, Semplificazioni di calcolo, Analisi strutturale di travi e telai, Disposizioni secondo la EC2 – ENV 1992-1-1, Disposizioni secondo l’EC2 EN 1992-1-1, Analisi con modelli tirante-puntone.

PARTE I - FORMULE DI CALCOLO DEL CEMENTO ARMATO (Aprile 2014)

(Link) Fondamenti del calcolo non lineare del calcestruzzo armato (Ipotesi fondamentali assunte per la schematizzazione di calcolo, Schematizzazione matematica dei diagrammi di compressione del conglomerato secondo la Normativa Italiana e l’Eurocodice 2, Il diagramma delle compressioni di calcolo dello “stress block” dedotto dalle formulazioni dell’EC2, Diagrammi di resistenza degli acciai di armatura secondo la Normativa Italiana e l’EC2, I principali meccanismi di collasso: rottura fragile e rottura duttile.

 

(Link) Valori di calcolo per le resistenze del conglomerato e degli acciai secondo l’EC2 e la Normativa Italiana (Calcestruzzo: formule di calcolo resistenze caratteristiche cubiche e cilindriche, valore medio della resistenza cilindrica e cubica, resistenza di calcolo SLU a compressione).

 

(Link) Calcolo tensione di progetto acciai, Proprietà delle armature (EN 1992-1-1).

 

(Link) Caratteristiche acciai secondo NTC2008. Campi di rottura delle sezioni in calcestruzzo armato per fck fino a 50 MPa (Campi di rottura relativi a diagrammi di compressione del tipo parabola-rettangolo e loro
tracciamento, Concetto di duttilità di una sezione inflessa e quantitativi di armatura, Duttilità in una sezione pressoinflessa o semplicemente inflessa.

 

(Link) Stato limite ultimo per flessione e per presso-tensoflessione (Adimensionalizzazione dei parametri di calcolo, Equazioni generali di equilibrio per sezioni resistenti soggette a flessione semplice retta, Verifica delle sezioni resistenti in caso di flessione semplice retta, calcolo della flessione semplice retta mediante il metodo tabellare per una sezione
resistente rettangolare o quadrata). Equazioni di equilibrio allo Stato limite Ultimo per pressoflessione retta (Equazioni di equilibrio generali nel caso di asse neutro interno o esterno alla sezione, Procedura di verifica e progetto di una generica sezione resistente), I diagrammi di interazione di calcolo per una generica sezione di calcestruzzo armato (Definizione di diagramma di interazione o dominio di rottura, Equazioni e diagrammi di interazione per sezioni rettangolari piene, Equazioni e diagrammi di interazione per sezioni circolari piene, Equazioni e diagrammi d’interazione per sezioni circolari cave).

 

(Link) [Prima parte] Esempi di progetti e verifiche agli stati limiti ultimi di sezioni inflesse e pressoinflesse secondo la Normativa italiana (NTC2008).

 

(Link) [Seconda parte] Esempi di progetti e verifiche agli stati limiti ultimi di sezioni inflesse e pressoinflesse secondo la Normativa italiana (NTC2008).

 

(Link) Esempi di progetti e verifiche agli stati limite ultimi di sezioni inflesse e pressoinflesse secondo l’Eurocodice (ENV-EC2).

 

(Link) Proposta di progetto e verifica di sezioni quadrate o rettangolari inflesse o pressotensoinflesse tramite equazioni parametriche (Procedura di calcolo semplificata per sezioni quadrate o rettangolari semplicemente inflesse con rottura di tipo duttile, Procedura di calcolo semplificata per sezione quadrata o rettangolare pressoinflessa con grande eccentricità, Procedura di calcolo semplificata per sezione quadrata o rettangolare tensoinflessa con grande eccentricità, Procedura di calcolo semplificata per sezione quadrata o rettangolare pressoinflessa con piccola eccentricità, Formule parametriche per il progetto e la verifica di sezioni quadrate o rettangolari pressotensoinflesse.

 

(Link) [Prima parte] Esempi di progetti e verifiche di sezioni inflesse o presso-tensoinflesse rettangolari con il metodo delle equazioni parametriche (Parametri e formule principali adottate dal metodo parametrico). Esempi di progetto e verifica.

 

(Link) [Seconda parte] Esempi di progetti e verifiche di sezioni inflesse o presso-tensoinflesse rettangolari con il metodo delle equazioni parametriche (Parametri e formule principali adottate dal metodo parametrico). Esempi di progetto e verifica.

 

(Link) [Terza parte] Esempi di progetti e verifiche di sezioni inflesse o presso-tensoinflesse rettangolari con il metodo delle equazioni parametriche (Parametri e formule principali adottate dal metodo parametrico). Esempi di progetto e verifica.

 

(Link) [Quarta parte] Esempi di progetti e verifiche di sezioni inflesse o presso-tensoinflesse rettangolari con il metodo delle equazioni parametriche (Parametri e formule principali adottate dal metodo parametrico). Esempi di progetto e verifica.

 

(Link) Esempi di progetti e verifiche di generiche sezioni inflesse o presso-tensoinflesse in conglomerato armato (rettangolari piene, circolari piene e circolari cave).

 

(Link) Esempi di progetti e verifiche di sezioni rettangolari semplicemente inflesse tramite il metodo tabellare.

 

(Link) Stato limite Ultimo per taglio (Comportamento resistente ad “arco”, Elementi strutturali dotati di apposite armature al taglio: schema del reticolo isostatico, “Trazione anticipata” nelle armature longitudinali per effetto del taglio: traslazione del diagramma di calcolo del momento flettente, Progetto dell’armatura longitudinale in presenza di sollecitazioni taglianti, Meccanismi di resistenza al taglio in assenza di apposite armature: funzionamento “a pettine”, L’influenza del contributo della compressione assiale alla resistenza al taglio in assenza di apposite armature, “Effetto spinotto” in elementi strutturali privi di apposite armature al taglio, “Effetto ingranamento degli inerti” in elementi strutturali privi di armature al taglio, Schematizzazione matematica della contemporaneità dei vari meccanismi di resistenza al taglio in assenza di apposita armatura, Verifica al taglio di un elemento strutturale in calcestruzzo armato secondo la Normativa Italiana (Metodi di calcolo e formule fondamentali da impiegare per il progetto e la verifica, Elementi strutturali privi di armature al taglio, Armatura longitudinale prossima agli appoggi in presenza di sollecitazioni taglianti, Procedure per il progetto delle armature al taglio: principali prescrizioni della Normativa Italiana), Verifica al taglio di un elemento strutturale in calcestruzzo armato secondo l’Eurocodice 2 (Prescrizioni di carattere generale dell’EC2 (ENV), Principali prescrizioni secondo EN 1992-1-1, Metodo Standard secondo EC2-NAD (ENV 1992-1-1), Metodo dell’inclinazione variabile delle bielle compresse secondo EC2-NAD (ENV 1992-1-1), Metodo dell’inclinazione variabile delle bielle compresse secondo EN 1992-1-1, Verifiche tramite il concetto di grado di assorbimento del taglio.

 

(Link) Esempi di progetti e verifiche di elementi strutturali sottoposti al taglio secondo la Normativa Italiana.

 

(Link) [Parte prima] Esempi di progetti e verifiche di elementi strutturali sottoposti al taglio secondo l’Eurocodice 2 (EC2 - ENV/EN).

 

(Link) [Parte seconda] Esempi di progetti e verifiche di elementi strutturali sottoposti al taglio secondo l’Eurocodice 2 (EC2 - ENV/EN).

 

(Link) Il punzonamento (Teoria ed esempi di calcolo).

 

(Link) Stato limite Ultimo per torsione (Comportamento fino a collasso di un elemento strutturale sottoposto a sollecitazione di torsione pura, Schematizzazione di calcolo adottata dalla Normativa Italiana e dall’Eurocodice: il modello del traliccio periferico di Raush, Procedure per il progetto delle armature a torsione: principali prescrizioni della Normativa Italiana, Procedure per il progetto delle armature a torsione: principali prescrizioni dell’Eurocodice 2 (Principali prescrizioni sulle armature a torsione secondo E.C.2 (NAD), Progettazione secondo E.C.2 (EN 1992-1-1), Principali prescrizioni sulle armature a torsione secondo EN 1992-1-1.

 

(Link) Esempi di progetti e verifiche di elementi strutturali sottoposti a torsione secondo la Normativa italiana.

 

(Link) [Prima parte] Esempi di progetti e verifiche elementi strutturali sottoposti a torsione secondo l’Eurocodice 2 (EC2 - ENV/EN).

 

(Link) [Seconda parte] Esempi di progetti e verifiche elementi strutturali sottoposti a torsione secondo l’Eurocodice 2 (EC2 - ENV/EN).

 

(Link) Precisazioni sulle interazioni fra le sollecitazioni assiale, flessionale, tagliante e torsionale in un elemento strutturale in calcestruzzo armato (Interazione sollecitazione flessionale e tagliante, Interazione sollecitazione assiale e tagliante, Interazione sollecitazione flessionale e torsionale, Interazione sollecitazione assiale e torsionale, Interazione sollecitazione tagliante e torsionale).

 

(Link) Sollecitazioni semplici di compressione e trazione allo stato limite ultimo su elementi strutturali in conglomerato armato (Equilibrio in condizioni di pressione semplice, Esempi di progetto delle armature di elementi strutturali sottoposti a sollecitazioni prevalentemente di pressione.

 

(Link) Stato limite ultimo per instabilità (Instabilità classica o per “diramazione stabile”, Instabilità per “diramazione instabile”, Instabilità per “cedimento progressivo”. Instabilità per effetti del II° ordine (Metodi per la valutazione degli effetti del II° ordine, Teoria del metodo semplificato della “colonna modello”, Determinazione della curva M(Teta) in funzione dei valori assunti dalla curvatura"Teta" nella sezione critica dell’elemento strutturale, L’instabilità secondo la Normativa Italiana, L’instabilità secondo l’EC2 (NAD), Procedimenti di calcolo, Classificazione delle strutture e degli elementi strutturali, Elementi di controvento e strutture controventate, Strutture a nodi fissi, Colonne isolate, Snellezza di colonne isolate, Imperfezioni, Telai a nodi fissi, Colonne isolate, Metodi semplificati di calcolo per colonne isolate, Eccentricità totale, Metodo della colonna modello, Elementi compressi con eccentricità biassiali, Instabilità laterale di travi snelle.

 

(Link) L’instabilità secondo l’E.C.2 EN 1992-1-1 (2005), Criteri semplificati per effetti del secondo ordine, Metodi di analisi (Metodo generale, Metodo della rigidezza nominale, Il metodo della curvatura nominale, Flessione deviata (biassiale), Instabilità laterale delle travi snelle.

 

(Link) Metodo della “colonna modello” mediante calcolo tabellare (Esempi di calcolo).

 

(Link) Esempi di verifica di elementi strutturali snelli secondo la Normativa Italiana (pile da ponte).

 

(Link) [Prima parte] Esempi di verifica di elementi strutturali snelli secondo l’Eurocodice 2 (EC2).

 

(Link) [Seconda parte] Esempi di verifica di elementi strutturali snelli secondo l’Eurocodice 2 (EC2).

 

(Link) Stati limite di esercizio (Classificazione dell’esposizione ambientale e limitazione delle tensioni sul calcestruzzo compresso e sull’acciaio teso, Classi di esposizione, tempi minimi di stagionatura e definizione di copriferro (Determinazione copriferro secondo EC2 EN 1992-1-1).

 

(Link) Esempi di verifica di limitazione delle tensioni secondo la Normativa Italiana e l’Eurocodice 2 (EC2).

 

(Link) Stato limite di fessurazione (Stato limite di fessurazione in elementi in c.a., Meccanismi di formazione delle fessure in elementi in c.a., Distanza tra fessure consecutive, Stima della massima ampiezza della fessurazione, Quantitativi minimi di armatura per sezioni rettangolari, Le equazioni per il controllo della fessurazione secondo la Normativa Italiana, Le equazioni per il controllo della fessurazione secondo l’EC2 (Procedura secondo ENV 1992-1-1, Procedura secondo EN 1992-1-1, Aree minime di armature secondo la EN 1992-1-1, Verifica della fessurazione senza calcolo diretto, secondo EN 1992-1-1).

 

(Link) Esempi di verifica a fessurazione secondo la Normativa Italiana (D.M. 09.01.96 e NTC2008).

 

(Link) [Parte prima]Esempi di verifica a fessurazione secondo l’Eurocodice 2 (EC2 - ENV/EN).

 

(Link) [Parte seconda]Esempi di verifica a fessurazione secondo l’Eurocodice 2 (EC2 - ENV/EN).

 

(Link) Stato limite di deformazione (Valutazione della curvatura media di un elemento strutturale in c.a., Calcolo della freccia tramite il “Principio dei lavori virtuali”, Calcolo della freccia tramite il “metodo del modulo effettivo”, Gli effetti della viscosità del conglomerato sulle deformazioni, Procedura per il calcolo rapido della freccia).

 

(Link) Esempi di stima della freccia elastica di elementi inflessi di sezione trasversale costante.

 

(Link) Riferimenti bibliografici.

PARTE II - PRONTUARIO/EC8/MURI SOSTEGNO/CALCOLO SOLAI  (Aprile 2014)

(Link) Indice

 

(Link) Richiami fondamentali sulle unità di misura (S.I.).

 

(Link) Caratteristiche delle sollecitazioni, Travi appoggiate, travi appoggiate con sbalzo, travi con incastro e appoggio, travi con doppio incastro, travi a due campate su tre appoggi, travi a due campate con incastri e appoggio intermedio.

 

(Link) Caratteristiche delle sollecitazioni, Travi a tre campate su quattro appoggi, travi a quattro campate e cinque appoggi, travi con asse inclinato rispetto all'orizzontale, travi con cedimenti vincolari imposti, telai incernierati alla base, telai incastrati alla base, telai incastrati e telai zoppi, telai multipli incastrati al piede, trave continua con piedritti e telai doppi, portale a tre cerniere, arco a tre cerniere, arco a due cerniere, arco incastrato.

 

(Link) Linee di influenza del taglio e del momento flettente per trave a una campata con appoggio alle estremità. Coefficienti di ripartizione per travi di riva secondo la teoria di Courbon. Tondini per armatura lenta diametri e dimensioni in millimetri e in pollici, caratteristiche e dimensioni reti elettrosaldate, caratteristiche e prescrizioni acciai armatura, Controlli di produzione in fabbrica e procedure di qualificazione.

 

(Link) Subsistemi di partizioni orizzontali: i solai (Processo produttivo: Schema di funzionamento di impianto per la produzione, Prelavorazione dell'argilla, La formatura, L’essiccazione, La cottura, La confezione e lo stoccaggio), Elementi in laterizio per solai (Blocchi in laterizio, Fondelli in laterizio, Altri elementi in laterizio), Tipologie di solai in laterocemento (Solai gettati in opera, a travetti tralicciati, a pannelli in laterocemento, a lastre precompresse), I blocchi, La puntellazione provvisoria, Lo stoccaggio e la movimentazione, La casseratura, La posa dei blocchi...

 

(Link) Subsistemi di partizioni orizzontali: Particolarità di esecuzione (Le fasce piene, Ribassamento dei blocchi in testata, Arretramento degli alleggerimenti, Arretramento alternato (a pettine) degli alleggerimenti, Le nervature trasversali di ripartizione, La fase di getto, Forometria, Alcuni particolari costruttivi, Errori da evitare e precauzioni.

 

(Link) Subsistemi di partizioni orizzontali: Comportamento statico, Normativa per i solai, Aspetti generali, Norme complementari, Prescrizioni sui blocchi in laterizio, Requisiti morfologici dei blocchi in laterizio, Caratteristiche fisico-meccaniche dei blocchi, Dimensioni geometriche minime di solai e armature, Realizzazione dei solai: prescrizioni e modalità, Prescrizioni sulle armature, Prescrizioni sulle modalità d'esecuzione, Caratteristiche del calcestruzzo e modalità di getto, Metodo analitico della risoluzione a trave continua, Modalità di esecuzione del collaudo, Strumenti di misura per il collaudo, La collaborazione laterale del solaio, Comportamento e funzione dei solai in zona sismica, Criteri esecutivi generali, Le armature sugli appoggi.

 

(Link) Subsistemi di partizioni orizzontali: comportamento termico (Riferimenti normativi, Conducibilità termica dell'impasto cotto in laterizio, La norma UNI 10355, Ponti termici, Valutazione delle maggiori dispersioni, Ponti termici e fenomeni di termoforesi, L'inerzia termica e il benessere abitativo, Un metodo per la valutazione dell'inerzia termica, Breve descrizione del metodo del quadripolo termico, L'indice di benessere e l'indice di consumo, Un modo semplice per tener conto dell'inerzia termica, Comportamento igrometrico, Fenomeni di condensazione di vapore alle strutture, La condensazione interna: il metodo Glaser, La barriera al vapore, Condensazione superficiale, Condensazioni: un metodo di valutazione, Dati climatici e meteorologici della località, Condizioni microclimatiche interne, Caratteristiche dell’edificio (abitazione), Caratteristiche delle chiusure esterne orizzontali e verticali, Caratteristiche dell’impianto di riscaldamento, Caratteristiche del fenomeno di condensazione, Comportamento acustico (Richiami di fisica tecnica e riferimenti normativi, Propagazione del suono attraverso le strutture, Trasmissione per via aerea: la legge della massa e della frequenza, Trasmissione del suono nelle strutture: il calpestio, La normativa acustica, La ricerca Andil sul comportamento acustico delle strutture in laterizio), Comportamento al fuoco (Reazione e resistenza al fuoco, Reazione, Resistenza, Prove di resistenza al fuoco su solai in laterizio).

 

(Link) Classificazione dei solai e materiali, Solai ad armatura pretesa, Riferimenti specifici di normativa, Note di funzionamento statico, Tipologie strutturali, Scelte progettuali.

 

(Link) [Tabelle di calcolo solai commerciali] Tipologie di solai, Solaio tipo Celersap Precompresso, Solaio Celerpan tipo N2, Solaio tipo Celerpan Traliccio, Solaio tipo Celerpan Nervato.

 

(Link) [Tabelle di calcolo solai commerciali] Solai ad armatura ordinaria, Note di funzionamento statico, Tipologie strutturali, Solaio a travetti tralicciati, Solaio a lastre tralicciate.

 

(Link) Solai - Criteri di scelta, Soluzioni preferenziali, Guida al predimensionamento, Solai a tecnologia mista, Solaio in legno lamellare e laterizio a vista [Tabelle di calcolo tipologia commerciale], Consigli per la posa in opera, I solai nel contesto strutturale dell’edificio, Le azioni sui solai, Effetti termici, I solai in zona sismica, Criteri generali di dimensionamento.

 

(Link) Tabelle pesi dei materiali.

 

(Link)  Spinte dei terreni (generalità), Formule per la spinta laterale dei terreni, Parametri fondamentali geotecnici di progetto, Effetti negativi della presenza dell’acqua, Angolo di attrito tra muro e terreno, Coesione tra muro e terreno, Pressioni della matrice solida del terreno in condizioni di sisma: modello di Mononobe-Okabe, Pressioni della fase liquida: statiche e dinamiche, Alcune precisazioni sul modello alla Mononobe-Okabe, Spinte dovute al rigonfiamento, Spinte dovute a variazioni termiche, Alcune precisazioni sulla condizione di spinta del terreno nei muri di sostegno, Dimensionamento di muri di gravità mediante il modello di Richards-Elms, Principali parametri geotecnici per la definizione dei terreni. Esempi di calcolo spinte.

 

(Link) Valori dei coefficienti di spinta statica nei terreni secondo la teoria di Coulomb, coefficienti di spinta attiva e passica (condizioni statiche).

 

(Link) [Prima parte] Valori [tabellati] dei coefficienti di spinta totale (statica + dinamica) dei terreni secondo la teoria di Mononobe-Okabe.

 

(Link) [Seconda parte] Valori [tabellati] dei coefficienti di spinta totale (statica + dinamica) dei terreni secondo la teoria di Mononobe-Okabe.

 

(Link) [Terza parte] Valori [tabellati] dei coefficienti di spinta totale (statica + dinamica) dei terreni secondo la teoria di Mononobe-Okabe, Influenza dei parametri di progetto geotecnici e geometrici sul coefficiente di spinta attiva secondo il modello di Mononobe-Okabe.

 

(Link) Valori dei coefficienti di spinta "a riposo" secondo la formula generalizzata di Kezdi.

 

(Link) Appendice 1 - Prove particolari sui calcestruzzi (norme di riferimento), Appendice 2 - Procedimento di taratura della centrale di betonaggio, Appendice 3 - La classificazione dei cementi, Appendice 4 - Principali prescrizioni e metodologie di prova delle materie prime impiegate nel calcestruzzo.

 

(Link) Appendice 5: Estratti da UNI EN 1992-1-1: 2005.

 

(Link) Appendice 6 - Diagrammi di sollecitazioni flettenti nelle piastre, teoria delle piastre (Soluzione esatta, Soluzione semplificativa di Grashov). Esempi di calcolo (armature flessione e taglio piastre).

 

(Link) Appendice 7 - Introduzione all'EC8 (sismica), Cenni di analisi modale: l’oscillatore semplice, Amplificazione della risposta strutturale: la risonanza, Scambi di energia durante gli eventi sismici, Risonanza in presenza di forze di smorzamento, Oscillazioni sismiche nelle strutture reali, Spettro di risposta infinitamente elastico, Analisi dinamica discreta delle strutture, Analisi dinamica per sistemi a più gradi di libertà, Osservazioni sui problemi di modellazione per l’analisi dinamica.

 

(Link) EC8: Pericolosità sismica di un sito, Probabilità di un evento e periodo di ritorno, Spettro di risposta indefinitamente elastico secondo l’E.C.8, Individuazione della classe d’importanza dell’edificio secondo l’Eurocodice 8, Spettri di progetto per lo stato limite ultimo, Verifica per lo stato limite del danno, Procedura per la combinazione dell’azione sismica con le altre azioni secondo l’E.C.8, Analisi sismica mediante il metodo della forza laterale (analisi statica), Alcune semplici osservazioni sugli edifici in cemento armato soggetti a sisma. Esempi svolti.

 

(Link) Principali prescrizioni dell’Eurocodice 8 per il rispetto della duttilità e della “gerarchia delle resistenze” per strutture in calcestruzzo armato, Condizione di verifica di non formazione di meccanismo da piano soffice, Verifiche per colonne a media duttilità (DCM), Verifiche per colonne ad alta duttilità (DCH), Verifiche per travi a media duttilità (DCM), Verifiche per travi ad alta duttilità (DCH), Ulteriori vincoli per il rispetto della duttilità, Schemi resistenti per travi e colonne per il progetto al taglio, Travi e armature al taglio, Prescrizioni sulla disposizione di armatura a taglio nella zona critica delle travi, Principali prescrizioni relative alle modalità di ancoraggio delle barre, Principali prescrizioni relative alle modalità di giunzione delle barre, Verifiche di resistenza per i nodi trave-pilastro. Esempi svolti.

 

(Link) Appendice 8 - Estratti da EN1990.

 

(Link) Appendice 9 - Note sull’utilizzo delle equazioni parametriche per il progetto delle armature nelle sezioni rettangolari piene (o ad esse riconducibili).

 

(Link) Riferimenti bibliografici.

PDF in preparazione...